mercoledì 10 giugno 2015

Meringhe alla cannella

Senza glutine e senza lattosio

Alla ricerca continua della felicità…” così inizia la mia ricetta delle meringhe classiche e al cacao. Sono trascorsi più di 2 anni e posso dire che finalmente l’ho raggiunta quella felicità tanto agognata e desiderata, ma quanta fatica mi è costata!!! La difficoltà risiede non tanto nel capire cosa si vuole ma nell’avere anche la fortuna che eventi esterni non ostacolino il percorso verso la luce. Eh si, inutile prendersi in giro, il cinquanta per cento è sotto il nostro controllo ma il restante cinquanta è in balia delle circostanze E allora sapete che vi dico? Io i bei momenti ho deciso di viverli al mille per cento, non lascio nulla del pane della vita, neanche una briciola.

E ora vi lascio alla ricetta delle meringhe italiane alla cannella…buon pasticcio!

meringhe-cannella-1

Difficoltà: medio-alta

Tempo di preparazione: 15 minuti + 2 h di cottura

Ingredienti:

  • 300 g di albumi a temperatura ambiente
  • 300 g di zucchero a velo
  • 300 g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di cremor di tartaro oppure 1 cucchiaio di succo di limone
  • 5 cucchiai di cannella in polvere

Preparazione:

  1. Montate gli albumi con il succo di limone o il cremor di tartaro fino a far raddoppiare di volume e solo dopo aggiungete lentamente lo zucchero, prima quello a velo e poi quello semolato. L’importante è che lo zucchero si sia sciolto e gli albumi siano montati a neve ben ferma.
  2. Aggiungete solo alla fine la cannella in polvere facendo lenti movimenti dal basso verso l’alto.
  3. Con una sacca da pasticcere formate le meringhe su una teglia ricoperta con carta da forno. Le meringhe non si gonfiano potete quindi metterle ravvicinate.
  4. Infornate a 80 gradi centigradi per almeno due ore. In generale, non è possibile stimare perfettamente il tempo di cottura, le meringhe devono cuocere lentamente e a temperatura bassa poiché devono asciugarsi.

Suggerimenti e raccomandazioni per la riuscita perfetta:

  • Pesate sempre gli albumi!
  • Non usate mai il sale!
  • Utilizzare una ciotola di vetro ben pulita.
  • Gli albumi devono essere separati perfettamente dai tuorli, un minimo residuo di rosso d’uovo compromette la montatura degli albumi.
  • Se avete un termometro alimentare riscaldate gli albumi fino a 40 gradi.
  • Usate le uova a temperatura ambiente. Potete utilizzare anche degli albumi che avrete congelato in precedenza. L’importante è che al momento dell’utilizzo siano a temperatura ambiente.
  • Durante la cottura vi consiglio di lasciare il forno socchiuso, io inserisco un cucchiaio di legno in modo che ci sia un’apertura di un centimetro. In questo modo non si formerà umidità, acerrima nemica delle meringhe.

2 commenti:

Teresa Barbera ha detto...

Ciao ma che belle meringhe...io adoro i tuoi dolci..
vendita confetti

Anonimo ha detto...

"Per aspera...ad astra", Elsa.
E' la vita che è così.
Ma quando arrivano i momenti dolci...si afferrano e si mangiano in un sol boccone!
Come le tue meringhe ;-D
Alba,
una tua vecchia lettrice che, con fiducia, attende sempre la pubblicazione dei 'tuoi'...
momenti dolci!
Facciamo che ci delizi più spesso? :-)
Un bacio