martedì 26 aprile 2011

La Pastiera Napoletana

Dico sempre che la passione per la cucina non mi è stata trasmessa da mia madre tantomeno da una nonna, è qualcosa di innato in me. Ma per la pastiera il discorso è diverso, è stata mia madre a insegnarmi a prepararla. Ero ancora una bambina quando con curiosità osservavo mamma e zie trafficare in cucina e le chiedevo di poterle aiutare, inizialmente mi lasciavano mescolare la crema o giocare con la pasta frolla. Nel corso degli anni il mio aiuto è diventato sempre più importante ed oggi ricordo con affetto i chili di ricotta sbattuti a mano e il profumo di fiori d’arancio che invadeva le nostre case. Quest’anno per pasqua sono riuscita a tornare nella mia cara isola d’Ischia e mia madre con tanta gioia ha delegato completamente a me la preparazione delle pastiere (quest’anno sono arrivata soltanto a quota 7!).

Devo ammettere che in passato non amavo la versione originale e passavo sia grano che canditi. Poi con gli anni i gusti cambiano ed ho imparato ad apprezzare l’original. I ricordi più piacevoli sono legati ai momenti in cui la famiglia si riuniva per il giorno di pasqua e pasquetta, ognuno portava la sua pastiera e con tanta fatica dovevamo provare un pezzetto di tutte per poi designare la nostra preferita. C’era chi la cuoceva nel forno a legna, chi ometteva i canditi, chi usava la crema pasticcera. Ma la ricetta che condivido oggi con voi è speciale, mi è stata tramandata da mia zia Maria ed io non la cambierei per nulla al mondo perché questa, cari lettori, è quella vera, la Signora Pastiera!

pastiera_IMG_3512_pennelloecornice

Vi piace la pastiera ma pensate che sia troppo difficile da preparare? Ebbene io vi dimostrerò che non è per nulla complicato, vi seguirò passo dopo passo nella sua preparazione, spiegandovi in modo chiaro e dettagliato tutti i procedimenti. Siete pronti? Allora iniziamo.

Attrezzatura necessaria:

  • ruoto per pastiera di 26 cm di diametro
  • mattarello
  • sbattitore

Tempo di Preparazione: 2 ore

Difficoltà: media

Dosi per 1 pastiera

Ingredienti

per la Pasta Frolla:

  • 500 g di farina 00
  • 250 gr di burro
  • 4 tuorli (70-80 g)
  • 200 gr di zucchero
  • limone grattugiato
  • 1 pizzico di sale

per la crema di grano:

  • 280 g di grano cotto (1/2 barattolo)
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 250 dl di latte intero
  • 25 g di burro
  • bucce di limone

per la crema di ricotta:

  • 5 uova
  • 350 g di zucchero
  • 350 g di ricotta di pecora
  • 150 g di frutta candita (cedro, arancia, zucca candita)
  • 2 cucchiaini di essenza di millefiori
  • cannella

Preparazione:

Prima di tutto è necessario preparare la Pasta frolla (per avvantaggiarvi potete farla anche il giorno prima).

1) Preparazione della Pasta Frolla: Fate una fontana con la farina, lo zucchero e un pizzico di sale. Ponete al centro le uova, il limone ed il burro a temperatura ambiente, a pezzetti. Amalgamate il tutto con le mani fino quando non otterrete una pasta morbida e compatta come nella foto. A questo punto potete mettere la pasta frolla nel frigo coperta con la carta velina per ALMENO 30 minuti. Mentre fate riposare la Pasta Frolla, preparate il ripieno.

2) Preparazione della crema di grano: versate il grano in una pentola con il latte, 2 cucchiai di zucchero, burro e bucce di limone. E' necessario che si asciughi per bene (ci vogliono almeno 20-30 min). Fate raffreddare.

3) Preparazione della crema di ricotta: Sbattete la ricotta con lo zucchero, aggiungete i tuorli, la crema di grano, la frutta candita, l’essenza di millefiori (se vi piace anche la cannella) e infine il bianco montato a neve.

4) Assemblaggio finale: una volta preparato il ripieno, prendete la pasta frolla dal frigo, e stendetela con un mattarello. La grandezza della pasta deve essere superiore alla circonferenza della teglia.

20 settemre 2008 (14) modificata

Una volta stesa la pasta usatela per coprire completamente la tortiera. Tagliate i pezzetti di pasta frolla superflui, e uniformate i lati. Versate all’interno il composto preparato precedentemente, facendo in modo da non coprire completamente il bordo di pasta frolla. Con la pasta frolla rimanente fate delle striscioline e attaccatele ai lati aiutandovi con una forchetta. 

5) Infornate la pastiera a 180 gradi (statico+ventilato) per un'ora, in modo che l’interno sia cotto ma non troppo asciuto e la frolla abbia un colorito dorato.

Una volta raffreddata e pronta per essere mangiata! Questa torta si conserva per più di una settimana. La potete anche congelare a fette e gustarla quando desiderate.

Mi auguro che abbiate trascorso una Pasqua serena in compagnia dei vostri cari.

Al prossimo “pasticcio”…

Elly

pastiera_cornice

13 commenti:

Tittina ha detto...

Buongiorno €lly,è veramente stupenda questa pastiera,non c'è che dire sei proprio nata per fare la pasticcera...buona settimana e un bacio Tittina

€llY ha detto...

Grazie Tittina, ti assicuro che era anche molto buona la pastiera! gnam gnam

Gunther K.Fuchs ha detto...

complimenti per il dolce che non conoscevo, ma non sarà troppo 700 gr. di zucchero?

Tatiana ha detto...

Complimenti sta pastiera mi ha fatto venire la voglia di rifarla... è un dolce pasquale in campania ma io l'ho sempre fatto fuori periodo ;)
Ti ho linkata nel mio blog :))

lory ha detto...

miam...che bella tortona!
Ne mangerei subito una fetta!!!

Anonimo ha detto...

Ciao Elly!
Come stai?
Da tanto seguo il tuo blog, ma sempre di corsa, raramente mi fermo a fare un commento o chiedere qualche cosa, anche quando ho dubbi.
Devo dire che è stato bello trovare qualcun'altro che ami i dolci al cocco, come me! In effetti questo frutto è molto comune in Brasile, da dove sono originaria e sarò felice di futuramente suggerirti qualche delle nostre tipiche ricette : ))
Ma oggi vorrei sapere sulla pastiera (una mia passione, come tutti gli altri dolci tipici del sud!). Nella tua ricetta, dici che la quantità è per due pastiere... ma vorrei fare una sola, anche se più grande. Quindi vorrei sapere la misura delle tortiere se per due e se per una sola. Grazie e tantissimi auguri!Luiza

luiza_hs@yahoo.it

€llY ha detto...

Ciao luiza,
che bello sapere che una brasiliana apprezza le mie ricette.
Sappi che per una pastiera è necessario una tortiera di 26 o 28 cm di diametro, dipende da quanto fai spesso il guscio di pasta frolla.
Aspetto un tuo commento sul risultato finale e quando vuoi mandami una tua ricetta.
A presto. Con dolcezza...
Elly

Francesca ha detto...

Una vera meraviglia!!!

dolcipensieri ha detto...

ciao elly... mi piacerebbe provare a farla anche perchè non l'ho mai mangiata... lo so' che pasqua è il periodo per questo dolce, sarà per il prossimo anno, cmq sia tengo rpesente i tuoi sempre validi consigli! baci e auguri anche se in ritardo!

Memole ha detto...

Adoro la pastiera...Un dolce fantastico!!!

Jennyfer ha detto...

Anche quest'anno mi ero ripromessa di farla e invece non ci sono riuscita! E' nella lista dei dolci da fare da una vita...sarà per la prossima pasqua! Comunque complimenti per la tua...è venuta davvero benissimo! :)

Elly ha detto...

Grazie care,
comunque secondo me la Pastiera si può fare in qualsiasi periodo dell'anno, io l'adoro e non potrei aspettare la pasqua dell'anno prossimo! Quindi provate pure e fatemi sapere.

Vi auguro una dolce domenica...
Elly

Dolci Ricette ha detto...

Mai provata, prima o poi mi deciderò a farla!!